Risoluzione delle controversie fiscali

BRUXELLES – La Commissione ha inviato un parere motivato all’Italia ed altri sei Paesi per non aver comunicato entro il 30 giugno 2019 le misure nazionali di recepimento relative ai meccanismi di risoluzione delle controversie fiscali nell’Unione europea (direttiva 2017/1852 del Consiglio). Se gli Stati membri non si attiveranno entro 2 mesi, la Commissione potrà decidere di deferire la questione alla Corte di giustizia dell’Ue